wahwah news

Vittorio Formignani

Vittorio Formignani

Il manouche del Gipsy Festival: un albero tante radici

Il manouche del Gipsy Festival: un albero tante radici

Vittorio Formignani

Vittorio Formignani

immagini
swipe up!

24 Giugno: Ferrara è la città con la temperatura percepita più alta. Ognuno ha combattuto a modo suo il cocente calore o almeno la percezione di quei 49° così carichi di umidità.

C’è chi, essendo già al mare, non si è preoccupato troppo e, anzi, è diventato amico del sole a beneficio della tintarella oppure chi si è rifugiato in casa con l’aria condizionata e una vaschetta di gelato pronta da mangiare ma tutte queste non sono certo soluzioni nuove.

Proprio per questo motivo, in molti hanno preferito un rinfresco mentale unito a quello fisico partecipando alla seconda e ultima giornata del Festival Gipsy Guitar.

E quale migliore inizio poteva esserci se non la mostra di chitarre gipsy inaugurata alle 17:00 all’interno della freschissima Wunderkammer che ha ospitato per l’ennesima volta una delle tante meraviglie di cui si fa ambasciatrice?

All’interno della mostra si è potuto dare sfoggio non solo alle chitarre con bocca a D tipiche della musica manouche ma anche ad altre tipologie di strumenti come bassi, chitarre elettriche e gli originali Cigar Box di cui nella live presente su Facebook (e allegata alla fine dell’articolo) si è potuta dare una breve dimostrazione.

Una volta immagazzinato il fresco della mostra, dal Palazzo Savonuzzi alle 19:00 è partita la Nena per il suo secondo viaggio verso Parigi accompagnata dai Gipsy.Thief che hanno fatto da Ciceroni al nuovo fiume Senna-Volano costruendo con la loro musica nuovi orizzonti per questo corso d’acqua.

Nuovi perché anche i Gipsy.Thief composti da Massimo Franceschini (violino), Andrea Buzzo (chitarra), Gennaro Erminio (chitarra) hanno continuato la connessione tra Ferrara e Parigi su cui si basa il Festival Gipsy Guitar aggiungendo al manouche tipicamente francese di Django Reinhardt un repertorio tipicamente latino.

Ed è proprio grazie a questa connessione che queste due radici riescono ad unirsi e formare un albero completamente unico con frutti irripetibili nati dalla fusione tra tradizione latina e francese.

Finito il viaggio sulla Nena ormai sono le 20 e già l’aria comincia a farsi meno pesante e inizia a soffiare un leggero vento: che i Gipsy.Thief abbiano “rubato” il caldo con la loro musica?

Probabile perché subito dopo cena l’atmosfera e il clima sono perfetti per far recepire l’energia dei Gipsy Strike formati da Federico Zaltron (violino), Marzio Di Salvo (chitarra), Paolo Mason (chitarra), Carlo Stupiggia (chitarra) e Marco Palmieri (contrabbasso).

E questo “colpo” carico di energia dei Gipsy Strike non è stato certo uno secco ma duraturo e lungimirante quasi opposto, nel linguaggio del baseball, a parte del loro nome (Strike) poiché il concerto è rimasto sostenuto per tutta l’ora e mezza di esibizione divenendo così un fuoricampo pronto a far andare il gruppo successivo gli AlmaSwing alla casa base.

Infatti, grazie all’overture dei Gipsy Strike, l’anima swing di Mattia Martorano (violino), Lino Brotto (chitarra solista), Andrea Boschetti (chitarra ritmica) e Beppe Pilotto (contrabbasso) ha potuto librarsi in volo e coinvolgere il pubblico con la loro personalissima versione del jazz manouche.

Questa rielaborazione è stata percepita anche dal pubblico che si è sentito coinvolto dalle basi swing e manouche degli AlmaSwing che, tuttavia, non si sono accontentati della tradizione parigina ma hanno voluto aggiungere anche le sfumature tipiche della bossanova e della cultura afro-americana dando così alla serata il tocco finale.

Si è compiuta così la fusione della Parigi degli anni ’30, porto di culture, con la Ferrara del 2017 che non dimentica e anzi sa valorizzare le proprie tradizioni interculturali realizzatesi, in questo caso nel campo musicale, grazie a Mario Maccaferri e le sue chitarre.

Link video:

Mostra Chitarre Gipsy e Dimostrazione Cigar Box

Sulla Nena con i Gipsy.Thief

Galleria Foto del secondo giorno di Festival

Link dei gruppi:

Gypsy.Thief

Gypsy Strike

AlmaSwing

Vittorio Formignani

indice
Vittorio Formignani
condividi
condividi
Rimani aggiornato!

Nuovi articoli, storie e podcast a portata di una sola mail.

Sei un musicista o una band?

E vorresti avere uno o più articoli che parlano di te scritti e redatti dal Team di WAHWAH Magazine?

Compila il form qui sotto con i dati essenziali di te o della tua band e raccontaci in poche parole la tua musica.

Oppure prenota un appuntamento

con uno dei redattori di WAHWAH

Clicca il pulsante qua sotto per prenotare un appuntamento Live o a distanza.

Oppure prenota un appuntamento

con uno dei redattori di WAHWAH

Clicca il pulsante qua sotto per prenotare un appuntamento Live o a distanza.

Iscriviti a wah wah news
Leggici sui social!

Vuoi far parte della Redazione di WAHWAH Magazine?

Note: Noi della Redazione di WAHWAH Magazine ci prenderemo 48h per revisionare la tua candidatura.

Iscrizione avvenuta con successo!

Ha fatto parlare Jimi Hendrix, ora fa parlare Noi.

WahWah Team.

Indice dell'articolo