wahwah news

WahWah-Magazine

WahWah-Magazine

“I’M”, Iarin Munari Presenta Il Suo Nuovo Disco

“I’M”, Iarin Munari Presenta Il Suo Nuovo Disco

WahWah-Magazine

WahWah-Magazine

immagini
swipe up!

Si avvicina l’estate, il caldo comincia a farsi sentire e le strade ferraresi si riempiono di vita. Con la fine della primavera il Jazz Club va in vacanza e le ultime serate in programmazione, che concludono in bellezza un altro anno di musica, si spostano al “Clandestino”, nell’ambito della rassegna Downtown Tower.

Il locale e l’intera Piazza Carbone si animano offrendo un’ ottima occasione per godersi una buona piadina immersi tra le note del nuovo disco “I’M” di Iarin Munari, esperto batterista e insegnante alla scuola Making Music School di Santa Maria Maddalena.

Insieme a Nick Muneratti al basso, ai fratelli Daniele e Alfonso Santimone rispettivamente alla chitarra e alle tastiere e ad Annalisa Vassalli alla voce, Munari ha presentato il suo nuovo progetto nella serata di lunedì 14 maggio, accompagnato per l’occasione dal percussionista Paolo Caruso e dal sassofonista Piero Bittolo Bon, che si aggiungono alla formazione già testata e consolidata nel corso degli anni.
Alla fine di un concerto frizzante ed appassionante abbiamo chiesto a Iarin di parlarci del suo progetto e delle sue impressioni sulla serata:

“Il progetto è nato circa quattro anni fa: al tempo suonavo in trio con Daniele e Nick, poco dopo si è aggiunto Alfonso e poco più tardi  Annalisa e perciò abbiamo deciso di inserire le parti vocali e allargare il repertorio a qualche cover rivisitata, come Gone Under di Shayna Steele e David Cook con gli Snarky Puppy, Let It Ride di Robert Glasper e Golden di Jill Scott. Prima dell’aggiunta della cantante alla formazione abbiamo registrato il disco, in cui dunque non sono presenti parti vocali. Nella versione live invece ne abbiamo inserite trasformando qualche tema e riadattandoli con dei testi.

Quindi abbiamo registrato il disco in quartetto io, Alfonso, Daniele e Nick, accompagnati da un sassofonista di Padova, Enrico di Stefano e un percussionista di Bologna, Fabrizio Luca. Questa sera abbiamo sperimentato la presenza di altri due ospiti, Paolo e Piero e credo che questa formazione andrà avanti per un po’.

Io e Paolo abbiamo suonato insieme recentemente nel progetto di Roberto Drovandi, il bassista degli Stadio, mentre con Piero ho la possibilità di collaborare anche dal punto di vista didattico, infatti lavora nella mia scuola, la “Making Music”. La loro grandezza artistica e il loro gusto musicale si inseriscono perfettamente in questo repertorio e quindi ho pensato di invitarli a far parte del progetto.

Sono veramente felice e soddisfatto di questa serata, adoro suonare nei piccoli club. Avere il pubblico così vicino permette al musicista di entrare in contatto in maniera molto più empatica con l’ascoltatore e devo dire che la sonorità che abbiamo avuto modo di sperimentare questa sera mi ha stimolato molto dal punto di vista creativo: è la prima volta che suoniamo live con percussioni e sax.

Nonostante io abbia sempre percepito una forte energia all’interno del gruppo, questa sera mi è parsa amplificata, ricca di input e interplay, sicuramente grazie alla presenza di più musicisti sul palco. Avere molte sonorità significa poter dare maggiore sfogo e libertà alla propria creatività, avere la possibilità di fare più soli con tanti colori e timbri diversi. Questo molto probabilmente rende più facile l’ascolto per chi è poco abituato alla musica improvvisata, soprattutto per quanto riguarda gli inediti”.

Le sensazioni espresse da Munari trovano sicuramente riscontro nella risposta degli spettatori che, avvolti nella calda atmosfera del locale affollato, hanno partecipato in maniera entusiasta al concerto, trasportati da ritmi energici e ricchi di passione:   “I’M” è sicuramente un disco ricco di novità, composto ed eseguito da artisti straordinari. Un orgoglio per la musica ferrarese!

Francesca Marchetti

indice
WahWah-Magazine
condividi
condividi
Rimani aggiornato!

Nuovi articoli, storie e podcast a portata di una sola mail.

Sei un musicista o una band?

E vorresti avere uno o più articoli che parlano di te scritti e redatti dal Team di WAHWAH Magazine?

Compila il form qui sotto con i dati essenziali di te o della tua band e raccontaci in poche parole la tua musica.

Oppure prenota un appuntamento

con uno dei redattori di WAHWAH

Clicca il pulsante qua sotto per prenotare un appuntamento Live o a distanza.

Oppure prenota un appuntamento

con uno dei redattori di WAHWAH

Clicca il pulsante qua sotto per prenotare un appuntamento Live o a distanza.

Iscriviti a wah wah news
Leggici sui social!

Vuoi far parte della Redazione di WAHWAH Magazine?

Note: Noi della Redazione di WAHWAH Magazine ci prenderemo 48h per revisionare la tua candidatura.

Iscrizione avvenuta con successo!

Ha fatto parlare Jimi Hendrix, ora fa parlare Noi.

WahWah Team.

Indice dell'articolo